Menu

Apparecchiare la tavola: 5 idee furbe

E’ sabato, stasera aspetto ospiti a cena, e io sto già fantasticando su come apparecchiare la tavola. Ceneremo nella Garden Room, un giardino d’inverno ricavato da quello che un tempo era un ricovero per gli attrezzi, che io e mio marito Vidmer abbiamo riempito di piante e di vecchi oggetti recuperati che sussurrano della nostra passione per il modernariato e per l’arredamento. E’ uno dei miei posti preferiti, qui a Cà Bevilacqua.

La tavola nella Garden Room

Aspettando che arrivi il caldo, io spesso in primavera passo il tempo qua a lavorare o a leggere, e oggi dovrò occuparmi della tavola per stasera. Di solito mi piace trovare sempre idee nuove perché secondo me una bella tavola è il più bel benvenuto a cena che si può dare ai propri ospiti! Non siete d’accordo? In fondo, una bella tavola apparecchiata è segno di attenzione e cura, oltre che un’occasione per esprimere la propria fantasia e creatività. Forma e dimensioni della tavola, sono la prima cosa da prendere in considerazione, fondamentali per ottenere un buon risultato. Poi una volta scelto il tavolo da usare in base al numero delle persone, è proprio a loro che penso, ai commensali, perché a tavola, oltre che stare comodi avendo spazio a sufficienza, bisogna trovarsi a proprio agio, cioè sentirsi un po’ come a casa propria, anche se si è altrove. Recentemente, ad esempio, proprio nella Garden Room, abbiamo organizzato una cena di compleanno per due: la festeggiata era una ragazza giovane e il tavolo quadrato, quindi ho optato per un’apparecchiatura semplice giocata su materiali semplici e naturali, scegliendo sotto piatti in vimini e lasciando che il legno del vecchio tavolo recuperato s’intravedesse di qua e di là ai lati del runner centrale.

tavola apparecchiata

 

Per i fiori mi lascio ispirare dalla natura e dalle stagioni: mi basta fare una passeggiata nel parco e guardarmi intorno. Proprio in queste settimane che le rose sono in piena fioritura non ho che l’imbarazzo della scelta e in questo caso ho optato per un bouquet nei toni del rosa pastello, timido e sincero come i giovani ospiti, pur se poi non ho resistito alla tentazione di aggiungere una grande rosa rossa, simbolo dell’amore. Il tocco finale di un candelabro in ferro e d ecco il risultato: che ne dite?

tavola apparecchiata

DSCN0191

La cordialità passa anche attraverso un piccolo nastrino di raso o di fettuccia utilizzato come ferma tovagliolo

Quando invece a tavola i posti sono più di due e si utilizza quindi un tavolo rettangolare e lungo, non amo decorarlo con un vaso unico al centro, piuttosto preferisco giocare a comporre una piccola fila colorata di fiori, in modo da esaltare la forma rettangolare della tavola. Non occorre avere tanti vasi, vanno benissimo grandi calici da riempire con un unico  fiore singolo come una grande rosa o, in alternativa se lo stile della serata è informale, potete utilizzare i classici vasetti delle conserve.

DSCN0206

Se vi avanzano dei petali, utilizzateli come fossero accessori e piccoli dettagli, sparpagliandoli in modo casuale e quasi disordinato sulla tavola. Per far risaltare il rosso dei petali e dei motivi floreali sulle stoviglie, questa volta niente tovaglia né runner: i sotto torta ricamati che ho scovato al mercatino dell’Antiquariato di Pievesistina, e sono perfetti per contaminare e ammorbidire lo stile deciso del vecchio tavolone country in legno, che in un batter d’occhio assume un sapore vagamente shabby.

tavola apparecchiata rettangolare

Esaltare il tavolo rettangolare con una lunga fila di fiori

tavola apparecchiata

Quando invece uso il tavolo rotondo, la soluzione migliore è senz’altro un vaso unico purchè le dimensioni siano proporzionate. Queste foto mi riportano ad una tavola appreacchiata per una cena tra coppie adulte; ad ispirarmi sono stati piatti e bicchieri, puntando sull’abbinamento bianco e oro per accende con garbo ed eleganza l’atmosfera.

tavola apparecchiata rotonda

I bagliori delle coppe da vino accanto alla trasparenze dei bicchieri da acqua, essenziali e leggeri, sono stata la prima idea che mi è venuta per uno stile personale ed originale, ma è grazie alle rose quasi sfiorite nei toni del giallo chiaro e del rosa tenue che la tavola è diventata in un attimo più sobria e autentica nella sua imprecisa perfezione.

tavola apparecchiata rotonda

 

E poi c’è il tavolo ovale, di solito piuttosto importante nelle dimensioni e allora in questo caso la soluzione migliore è non appesantirlo ulteriormente, ad esempio spezzando la monotonia con rami di glicine (ed ora che sta sfiorendo è il momento ideale per raccoglierlo).


tavola apparecchiata

Un’altra idea che mi piace molto è abbinare in tavola fiori e ortaggi a gambo lungo, come i mazzi di asparagi da utilizzare come fossero mazzi di fiori. Un ultimo trucco, nel caso di grande tavolo ovale, è posizionare al centro un vaso piuttosto alto, soluzione furba sia per slanciare la tavola che darle una pennellata intensa di colore. Ora, però, è tempo di andare ad apparecchiare la tavola per stasera!

 

Richiedi info


Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

(Privacy policy ai sensi dell’art. 13 del d.lgs. 196/2003) - Accetto che i dati raccolti vengano esclusivamente utilizzati per ricontattami a seguito della mia richiesta.